Archivi categoria: Prosa

Ho sbiadito la tua foto.

Ho sbiadito la tua foto.

Ho sbiadito la tua foto a forza di guardarla, come sta sbiadendo il ricordo di te. Mi manchi.

Pubblicato in Io, Prosa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

È come se l’amore ricevuto… (Maria Rita Parsi)

È come se l’amore ricevuto formasse la base dell’amore di cui siamo capaci, poiché i

Pubblicato in Citazione, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

La storia della matita

La storia della matita.

Pubblicato in Citazione, Prosa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

«Addio», disse… – (Antoine De Saint-Exupéry)

«Addio», disse la volpe. «Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi».

Pubblicato in Citazione, Racconto | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il segreto, dopo lo stupore…

Il segreto, dopo lo stupore, diventa confidenza, ossia rivelazione. Lo stupore è uno sguardo che

Pubblicato in Citazione, Prosa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Riflessioni

Riflessioni

image

 

…dov’eri fino ad ora?

Pubblicato in Media, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Mi ero innamorato, perdutamente innamorato. (Mauro Soldano)

Mi ero innamorato, perdutamente innamorato. Non pensavo mi potesse capitare ancora, in un modo così dirompente, assoluto, alla mia età poi, dove pensavo che nulla avrebbe più potuto risvegliare in me sentimenti tali, e invece… Ogni tanto mi

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Complimenti femminili…

Complimenti femminili:

  1. «Sei così bella.»
Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il filo sottile che tiene insieme due persone.

Il filo sottile che tiene insieme due persone.

– Quale filo?

– Il filo di tutto quello che le tiene legate, anche quando sono lontane. Anche quando non si vedono e non si parlano.

– Perché dici il filo?

– Perché è una cosa molto sottile e molto resistente, no? Che puoi anche non vedere, ed è estensibile quasi senza limiti attraverso la distanza e il tempo e l’affollamento delle altre persone

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

esplorando un dolore che è prigionia

…esplorando un dolore che è prigionia: «Io vorrei che arrivasse alla Redenzione anche il Diavolo. Perché

Pubblicato in Citazione, Prosa | Contrassegnato , | Lascia un commento

Eros e Agape

Il vero amore fra eros e agape.

Il che ci ob­bli­ga ad ana­liz­za­re che cosa sia il vero amore. Anche se sem­bra molto dif­fi­ci­le de­fi­ni­re l’a­mo­re, se­con­do me que­sto ac­ca­de per­ché la no­stra cul­tu­ra cerca di unire in una sola de­fi­ni­zio­ne due aspet­ti del­l’a­mo­re del tutto op­po­sti e che evi­den­te­men­te si esclu­do­no a vi­cen­da. Così, più par­lia­mo del­l’a­mo­re più ci con­trad­di­cia­mo da sole e, quan­do sco­pria­mo che un aspet­to del­l’a­mo­re è in con­flit­to con un altro, ce­dia­mo alla con­fu­sio­ne e alla fru­stra­zio­ne e con­clu­dia­mo che l’a­mo­re è trop­po per­so­na­le, trop­po mi­ste­rio­so ed enig­ma­ti­co per co­strin­ger­lo in una de­fi­ni­zio­ne pre­ci­sa.

Gli an­ti­chi greci erano più acuti. Usa­va­no due pa­ro­le di­stin­te, eros e agape, per di­stin­gue­re tra due sen­ti­men­ti pro­fon­da­men­te di­ver­si che noi con­fon­dia­mo chia­man­do­li en­tram­bi “amore”. Eros, na­tu­ral­men­te, è l’a­mo­re-pas­sio­ne, men­tre agape in­di­ca la re­la­zio­ne sta­bi­le e im­pe­gna­ta, li­be­ra dalla pas­sio­ne, che esi­ste tra due in­di­vi­dui che si vo­glio­no molto bene e si pre­oc­cu­pa­no del bene re­ci­pro­co.

Il con­tra­sto fra eros e agape ci per­met­te di com­pren­de­re il no­stro di­lem­ma quan­do cer­chia­mo en­tram­be que­ste due spe­cie di amore con­tem­po­ra­nea­men­te, in un’u­ni­ca re­la­zio­ne con una sola per­so­na. Ci aiuta anche a ca­pi­re come mai eros e agape ab­bia­no cia­scu­no i pro­pri di­fen­so­ri, quel­li che pro­cla­ma­no che solo l’uno o solo l’al­tro è l’u­ni­co vero, au­ten­ti­co amore, per­ché in real­tà cia­scu­no ha la sua bel­lez­za, la sua ve­ri­tà, il suova­lo­re del tutto par­ti­co­la­ri. E a ogni tipo di amore manca qual­co­sa di pre­zio­so, che solo l’al­tro può of­fri­re. Ve­dia­mo come i par­ti­gia­ni del­l’u­no e del­l’al­tro de­scri­vo­no i due modi di amare.

Amore se­con­do eros.

Vero amore è una brama di­spe­ra­ta del­l’a­ma­to che di­vo­ra tutto, ed è per­ce­pi­ta come qual­co­sa di ar­ca­no, mi­ste­rio­so ed elu­si­vo. La pro­fon­di­tà del­l’a­mo­re si mi­su­ra dal­l’in­ten­si­tà del­l’os­ses­sio­ne per l’a­ma­to. C’è poco tempo o di­spo­ni­bi­li­tà per altri in­te­res­si o pro­po­si­ti, per­ché tutta l’e­ner­gia è con­cen­tra­ta nel ri­cor­do degli in­con­tri pas­sa­ti e sui pro­get­ti di in­con­tri fu­tu­ri. Spes­so si de­vo­no su­pe­ra­re molti osta­co­li e così, nel vero amore, c’è un ele­men­to di sof­fe­ren­za. Un altro in­di­zio di amore pro­fon­do è la pro­pen­sio­ne a sop­por­ta­re sof­fe­ren­ze e pri­va­zio­ni pur di sal­va­re la re­la­zio­ne. Ac­com­pa­gna­no il vero amore sen­ti­men­ti di ec­ci­ta­zio­ne, esta­si, dram­ma, ansia, ten­sio­ne, mi­ste­ro e strug­gi­men­to.

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Un uomo è a letto con l’amante…

Un uomo è a letto con l’amante, a casa di lei, quando si sente aprire la porta di casa.

– “Cielo! Mio marito! Presto scappa dalla finestra!”

– “Ma sta piovendo! E io sono nudo!”

– “Macchissenefrega! Se quello ti vede ci ammazza tutti e due!”

E così l’uomo fa un fagotto con i vestiti, se li infila sottobraccio, con l’altra mano prende le scarpe ed esce dalla finestra (per sua fortuna a piano terreno).

In quel momento sul viale davanti alla casa sta passando un gruppo di persone che fanno jogging. Lui, per mimetizzarsi, si infila nel gruppo e comincia a correre.

Dopo un po’ che corrono uno del gruppo gli chiede:

– “Ma lei corre sempre nudo?”

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , | Lascia un commento

La virgola…

A proposito della inutilità della virgola, non la pensava così il poeta e scrittore argentino Julio Cortázar che scrisse: «La virgola è la porta girevole del pensiero». E fece

Pubblicato in Citazione, Prosa | Contrassegnato , | Lascia un commento

Un uomo d’affari…

Un uomo d’affari che deve recarsi per qualche giorno all’estero per un viaggio
di lavoro convoca il buon Abdul, suo fidato domestico di colore, e gli spiega
la situazione:

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , | Lascia un commento

Chi quel gong percuoterà…

« Chi quel gong percuoterà
apparire la vedrà
bianca al pari della

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Il nuovo prete della parrocchia…

Il nuovo prete della parrocchia era molto nervoso per il suo esordio pubblico. Quella era la sua prima messa. L’emozione e la presenza dell’Arcivescovo, gl’impedivano quasi di parlare. 

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , | Lascia un commento

A Giulio Einaudi, Torino. Torino, 14 aprile 1942

A Giulio Einaudi, Torino.
Torino, 14 aprile 1942

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

L’amore è più

L’amore è più
è moltiplicazione
e consente a chi ama
perché si è sentito, alle radici della sua vita,
profondamente amato ed accolto,
di accettare anche il distacco, la separazione, la fine.

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento